Radio24 | Il Sole 24 ORE
Ora in diretta

Condotto da

Amici 5Stelle, ragionate (giuro che non lo faccio più)

Giuro: non lo faccio più. Giuro di non entrare più nella discussione politica. In generale ritengo sbagliato parlare delle mie preferenze politiche. Faccio un altro lavoro, giornalista e conduttore di un programma radiofonico, e cerco di capire e raccontare il presente. Costruisco “Si può fare” appassionandomi alle buone pratiche quando mi sembrano intelligenti, originali, efficaci. E non quando sono portate da un partito o dall’altro. Lo giuro sulle mie figlie (può bastare?). Certo, mi stanno a cuore i più deboli, tifo libertà e giustizia, insomma ho le mie idee ma faccio in modo che non interferiscano nel mio giudizio. Fine del preambolo. Veniamo al punto.
Parlo dell’esperienza politica della giunta Raggi a Roma. Un banco di prova fondamentale per il M5S e per l’Italia, visto che Roma è la capitale, ospita le sedi delle istituzioni, ma è purtroppo in crisi sotto molti aspetti: rifiuti, trasporti, debito (oltre 10 miliardi di euro). Il ritornello dei 5Stelle di questi giorni è: vi siete sorbiti per anni ladrerie di destra e di sinistra, perché adesso vi scaldate così tanto al primo (anche se ormai siamo all’ennesimo) inciampo della giunta di Virginia Raggi?
Amici 5Stelle, sul passato avete cento, mille volte ragione.
Però, se pensate davvero di essere diversi da quelli che hanno fatto le ladrerie, e da quelli che li hanno votati o perché speravano di guadagnarci o perché accecati dalla partigianeria, dimostratelo. Dimostratelo ora. Dimostrate la vostra intelligenza, il vostro attaccamento al bene comune. Dimostriamo che i politici disonesti o incapaci non ci servono più.
E se ci sono degli errori, delle omissioni, dei sospetti di reato, cose gravi: ammettetelo.
    Non si può dire: noi siamo appena arrivati, loro hanno rubato per anni (sottinteso: lasciateci fare). Sapete cosa significa questo? Significa: lasciateci fare la nostra quota di danni o peggio fateci prendere la nostra parte, tanto sarà sempre meno di quello che hanno fatto gli altri. Questo, in fondo, è proprio quello che è successo negli ultimi in Italia: ruberie bipartisan, tangenti lungo tutto l’arco parlamentare, corruzioni e disastri trasversali, per tutti i gusti. E’ l’unica alternanza politica che ha funzionato veramente.
Il Movimento dei cittadini può cambiare le cose?
Ammettete subito gli errori dei vostri rappresentanti politici: con loro dovete essere esigenti come lo siete stati con gli altri, i predecessori, che avete – fortunatamente – contribuito a mandare a casa quando si sono rivelati incapaci di fare gli interessi di tutti, o peggio disonesti.
Altrimenti, ve lo dico serenamente: vi state trasformando in una setta, nell’ennesima tifoseria che, invece di ragionare per il “bene comune”, si intestardisce a difendere i suoi, anche quando sono indifendibili. Coraggio!

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.